Accesso rapido:




 

Sabato 13 dicembre

Il Circolo dei Lettori

ore 11

CON I DIRITTI NON SI GIOCA!
Con i diritti non si gioca!, progetto a cura di Francesco D'Amore, Linda Fava e Alice Spano, propone una lettura animata e interattiva della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani rivolta a famiglie, bambini e ragazzi. Nell'esperienza dei bambini il contatto forse più diretto con la questione dei diritti violati avviene attraverso le fiabe e i film d'animazione. Raramente, però, si tratta di un incontro consapevole: Cenerentola, Dumbo, Pinocchio, ma anche Monsters & Co., Aladdin e le Winx sono storie che possono essere lette focalizzando l'attenzione sui diritti umani.
  
Il Circolo dei Lettori è un'iniziativa dell'Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte impegnata nella valorizzazione dell'esperienza della lettura attraverso letture-spettacolo.
   

Cinema Massimo 2

ore 15

PROIEZIONE DEI FILM VINCITORI CONCORSO UNDER18 EXTRASCUOLA
    

ore 18.30

COSE DEL NOSTRO MONDO: IL CINEMA DI MICHAEL WINTERBOTTOM
Benvenuti a Sarajevo (Welcome to Sarajevo) di Michael Winterbottom, con Stephen Dillane, Woody Harrelson, Marisa Tomei, Goran Visnjic (Gran Bretagna/Usa 1997, 35mm, 103')
«All'inizio l'idea era di fare un film sul giornalista Michael Henderson ambientandolo perlopiù in Inghilterra. Poi le immagini televisive che provenivano da Sarajevo mi hanno colpito immensamente e spinto a riscrivere il film con l'idea di realizzarlo proprio nella città bosniaca». A solo un mese dalla firma degli accordi di Dayton, Winterbottom è il primo regista a entrare in città, ricostruendone l'assedio, la guerra, la scoperta dei campi di concentramento, la voglia di vivere e di normalità, il dramma dei bambini.
    

ore 20.30

LO SCHERMO GIOVANE
L'ultima proiezione del programma speciale Lo schermo giovane, l'inedito Warchild - Stille Sehnsucht, punta i riflettori sul dramma troppo spesso dimenticato delle famiglie spezzate dalla guerra, delle centinaia di bambini sottratti ai genitori che in moltissimi casi crescono in nuove famiglie - quando non in istituti e orfanotrofi - completamente ignari del proprio passato. In collaborazione con Consulta Regionale dei Giovani del Piemonte e Goethe-Institut Turin.
    
Warchild - Stille Sehnsucht (Figlia della guerra - Desiderio silenzioso) di Christian Wagner, con Labina Mitevska, Senad Basic, Crescentia Dünßer, Joelle Ludwig (Germania/Slovenia 2007, DVD, 99')
Una giovane donna non riesce a lasciarsi alle spalle gli orrori della guerra nella ex Jugoslavia e la perdita di sua figlia, inserita anni prima nella lista delle persone scomparse. Avendo scoperto che la sua bambina è in realtà ancora viva ed è stata adottata in Germania, affronta un lungo viaggio per incontrare la famiglia che, credendola orfana, si è presa cura di lei. Premio speciale al Bavarian Film Awards 2007.
v.o. / sottotitoli italiani
    

ore 22.30

COSE DEL NOSTRO MONDO: IL CINEMA DI MICHAEL WINTERBOTTOM
The Road to Guantanamo (id.) di Michael Winterbottom e Mat Whitecross, con Riz Ahmed, Farhad Harun, Waqar Siddiqui, Afran Usman (Gran Bretagna 2006, 35mm, 95')
«Road to Guatanamo è una “via crucis” epica, però rappresentata senza il minimo accenno di retorica. L'intonazione realistica, a metà tra ricostruzione e reportage (con materiali d'archivio e interviste ai personaggi reali), mobilita la memoria dello spettatore animando le immagini, viste tante volte sui giornali e in tv, dei detenuti con la tuta arancione e la testa nascosta in un sacco nero, che corrono tra i latrati dei dobermann. Scene così eloquenti che la cinepresa non ha bisogno di enfatizzarle, poiché un uso retorico della regia non farebbe che smussarne l'efficacia» (Roberto Nepoti, La Repubblica). Orso d'Argento al Festival di Berlino 2006.
    

Cinema Massimo 3

ore 16

ANIMATION CAMPUS JUNIOR - I CORTI PER I BAMBINI
All'interno delle proiezioni che Sottodiciotto ospita come manifestazione di riferimento del Meeting internazionale delle Scuole d'animazione, il Festival propone in collaborazione con Animation Campus e Centro Sperimentale di Cinematografia - Dipartimento Animazione un programma ad hoc per gli spettatori più piccoli, mostrando loro una selezione di cortometraggi provenienti da Italia, Svizzera e Taiwan.
    
Due minuti da Taiwan (Two Minutes from Taiwan) di 35 allievi della Da-Nan Elementary School di Taitung City (Taiwan 2004, Betacam SP, 2')
L'uovo à la coque (L'oeuf à la coque) di 12 allievi de La Chaux Primary School (Svizzera 2006, Betacam SP, 4'23'')
Non preoccuparti (Ne t'inquiète pas) di 80 allievi della Saxon Kindergarten School (Svizzera 2006, Betacam SP, 3'41'')
Aukanek (id.) di Madina Iskhakova (Svizzera 2007, Betacam SP, 3'15'')
Il mio mostro e io (Me and My Monster) di Claudia Röthlin (Svizzera 2008, Betacam SP, 3')
Le anime povere (Die armen seelen) di Lynn Gerlach (Svizzera 2008, Betacam SP, 4')
Grandi piani (Grosse pläne) di Irmagard Walthert (Svizzera 2008, Betacam SP, 4')
Signalis (id.) di Adrian Flückiger (Svizzera 2008, Betacam SP, 4'30'')
Wives' Supermarket di Alice Bartolini, Valeria Pavin, Verena Fanny Trausch (Italia 2006, Betacam SP, 4'31'')
Babau di Valerio Terranova, Giuliano Poretti, Silvia Zappalà, Omar Bianco (Italia 2008, Betacam SP, 3'34'')
    
Presentano il programma: Robi Engler (fondatore Animation Campus), Chiara Magri (Responsabile didattica Dipartimento Animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia)
    

ore 16.45

DA QUI AI CONFINI DEL MONDO. L'UNIVERSO IRONICO DI KONSTANTIN BRONZIT
Uno sfizioso “antipasto” della personale dedicata a Konstantin Bronzit, con una selezione di cortometraggi animati adatti ai bambini, tra favole vecchie e nuove, filastrocche in rima e un buffo Carosello.
   
Carosello (Karusel' / The Round About) di Konstantin Bronzit (Urss 1988, DVD, 1'30'')
Una mosca un po' dispettosa riuscirà a farla franca anche con il temibile cacciatore della foresta.
Ai confini del mondo (Na kraju zemli / Au bout du monde) di Konstantin Bronzit (Francia 1998, DVD, 7'45'')
Le quotidiane peripezie di una originale famigliola in equilibrio sul tetto del mondo. Circa settanta i premi vinti nei Festival internazionali, tra cui quelli di Annecy, Aspen, Chicago, Clermont-Ferrand, Cracovia, Dresda, Odense, Ottawa e Valladolid.
Questa è la casa che Jack ha costruito (This is the House that Jack Built) di Konstantin Bronzit (Usa 2003, DVD, 6'40'')
Inquilini un po' inconsueti si aggirano nell'allegra, coloratissima e bizzarra casa di Jack, a suon di rima.
La vera storia dei tre porcellini (The True Story of Three Little Pigs / Provdivaja istorija o trech porosjatach) di Konstantin Bronzit (Russia 2008, DVD, 8')
Lo sapevate che ci sono ancora molte cose da scoprire sulle avventure dei tre porcellini?
    
Ospite: Konstantin Bronzit
    

ore 17.30

TRA CINEMA E PITTURA: L'ARTE IN MOVIMENTO DI FLORENCE MIAILHE
Un estratto della personale che Sottodiciotto dedica a Florence Miailhe, propone agli spettatori più piccoli due coloratissimi cortometraggi animati che raccontano il mondo di ogni giorno in modo decisamente diverso dal solito. In collaborazione con Centre Culturel Français de Turin.
    
La prima domenica d'agosto (Au premier dimanche d'août) di Florence Miailhe (Francia 2000/2001, 35mm, 11'20'')
Pronti a danzare fino all'alba nella festa di paese che si svolge durante la prima domenica d'agosto? Premiato a Clermont-Ferrand e Barcellona nel 2001; César per il miglior cortometraggio nel 2002.
Racconto di quartiere (Conte de quartier) di Florence Miailhe (Francia 2006, 35mm, 15')
Una bambola di pezza abbandonata per strada unisce momentaneamente i destini di diversi personaggi. Intanto, la città vive freneticamente e un feroce felino si aggira nei paraggi... Menzione speciale al Festival di Cannes e Premio La Femis all'Amiens International Film Festival nel 2006; Menzione speciale al Festival di Clermont-Ferrand 2007.
    
Ospite: Florence Miailhe
    

ore 18.30

80 CANDELINE PER TOPOLINO. MICKEY, DALLA PREISTORIA AL FUTURO
Icona di cartoon del XX secolo, Mickey Mouse è nato il 15 maggio 1928. Noto in Italia come Topolino, nel suo ottantesimo compleanno viene celebrato da Sottodiciotto con filmati provenienti dalla Cineteca del Friuli in una gustosa "retopospettiva" curata e condotta da Mario Serenellini, grazie alla quale spettatori di ogni età - ma con un occhio di riguardo per i più piccoli! - potranno divertirsi con i primi cartoons in bianco e nero "interpretati” dal topo più famoso del mondo, senza dimenticare qualche incursione nel Technicolor. Completa il programma il video Qui Quo Quid di Mario Serenellini.
  
Grandi cannoni (Great Guns) di Walt Disney (Usa 1927, 16mm, 8')
Dato che il suo Paese è in guerra, Oswald il coniglio si arruola come volontario insieme a molti altri giovani...
La mucca meccanica (The Mechanical Cow) di Walt Disney (Usa 1927, 16mm, 8')
Oswald il coniglio va a vendere latte nei dintorni insieme a una mucca meccanica, finché non gli rapiscono la fidanzata...
Salto nell'oceano (The Ocean Hop) di Walt Disney (Usa 1927, 16mm, 8')
Oswald il coniglio partecipa a una gara aerea di trasvolata sull'Oceano Atlantico: ci sono in palio 25 mila dollari!
Un aeroplano pazzo (Plane Crazy) di Walt Disney, Ub Iwerks (Usa 1928, 16mm, 8')
Topolino costruisce un aeroplano di legno con cui portare in giro Minnie e... tentare di baciarla. Prima apparizione di Topolino.
Il gaucho galoppante (Gallopin' Gaucho) di Walt Disney (Usa 1928, 16mm, 8')
Minnie e Topolino in una divertente parodia di The Gaucho, interpretato l'anno precedente da Douglas Fairbanks e Lupe Velez.
Willie del battello a vapore (Steamboat Willie) di Walt Disney, Ub Iwerks (Usa 1928, 16mm, 7')
Topolino e Minnie lavorano a bordo di un battello a vapore, capitanato dal brusco Pietro Gambadilegno. Primo Topolino col sonoro sincronizzato, fa il verso a un film con Buster Keaton dell'anno prima e diventa mito.
Attraverso lo specchio (Thru the Mirror) di David Hand (Usa 1936, 16mm, 9')
Topolino sogna di attraversare lo specchio e di arrivare nel Paese delle Meraviglie...
   
Conduce il programma: Mario Serenellini
   

ore 20.30

DA QUI AI CONFINI DEL MONDO. L'UNIVERSO IRONICO DI KONSTANTIN BRONZIT
Prima personale italiana dedicata al regista, disegnatore, animatore pietroburghese Konstantin Bronzit nell'ambito di Sottodiciotto Animation Festival. Le sue piccole storie, popolate da tanti singolari personaggi, rivelano un naturale talento umoristico e un acuto senso della parodia che, insieme all'apertura verso le innovazioni tecniche, rendono il suo stile personalissimo e versatile al tempo stesso. Il quotidiano e i suoi paradossi vengono narrati con una raffinata e leggera ironia. Oltre ai propri corti, Konstantin Bronzit propone un'ulteriore selezione di clip e filmati da lui diretti o animati.
    
Carosello (Karusel' / The Round About) di Konstantin Bronzit (Urss 1988, DVD, 1'30'')
Una mosca un po' dispettosa riuscirà a farla franca anche con il temibile cacciatore della foresta.
Memento mori (id.) di Konstantin Bronzit (Russia 1992, DVD, 1')
Una bimba si diverte a gonfiare palloncini e a farli scoppiare, ma a forza di soffiare e soffiare…
Fare Well (id.) di Konstantin Bronzit (Russia 1993, DVD, 2')
Le disavventure di un cane affamato… e di un gatto più affamato di lui.
Toc toc (Tuk-tuk / Nock-Nock) di Konstantin Bronzit (Russia 1993, DVD, 4')
Un inaspettato “toc toc” infrange in un istante le rassicuranti abitudini quotidiane di quattro individui solitari.
C'era una volta una vecchia signora che ingoiò una mosca (There Was an Old Lady Who Swallowed a Fly) di Konstantin Bronzit (Usa 2002, DVD, 3'30'')
La simpatica e stravagante vecchia signora ingoia di tutto ma... riuscirà a digerire anche un cavallo?
Questa è la casa che Jack ha costruito (This Is the House that Jack Built) di Konstantin Bronzit (Usa 2003, DVD, 6'40'')
Inquilini un po' inconsueti si aggirano nell'allegra, coloratissima e bizzarra casa di Jack, a suon di rima.
La vera storia dei tre porcellini (The True Story of Three Little Pigs / Provdivaja istorija o trech porosjatach) di Konstantin Bronzit (Russia 2008, DVD, 8')
Lo sapevate che ci sono ancora molte cose da scoprire sulle avventure dei tre porcellini?
Il ciucciotto (Pustyška / Pacifier) di Konstantin Bronzit (Russia 1993, DVD, 1')
Ci sarà un modo per placare il pianto di un bambino frignone?
L'interruttore stregato (Switchcraft) di Konstantin Bronzit (Russia 1994, DVD, 8'45'')
Un uomo e il suo gatto sono ossessionati da un topo: riusciranno a prender sonno? Il buio della notte riserva loro molte sorprese. Gran Prix al Festival di Annecy 1995.
Die Hard (Krepkij Orošek) di Konstantin Bronzit (Russia 1997, DVD, 1'30'')
Spietato, indistruttibile, coriaceo… il più forte! Ironica ed esilarante sintesi della famosa trilogia cinematografica interpretata da Bruce Willis. Grand Prix al Festival di Annecy 1998 e Primo premio al Festival Internazionale Anima Mundi di Rio de Janeiro.
Divinità (Božestvo / The God) di Konstantin Bronzit (Russia 2003, DVD, 4'20'')
Una mosca insopportabile può far perdere la pazienza persino a una divinità.
Ai confini del mondo (Na kraju zemli / Au bout du monde) di Konstantin Bronzit (Francia 1998, DVD, 7'45'')
Le quotidiane peripezie di un'originale famigliola in equilibrio sul tetto del mondo.
Il gatto e la volpe (Kot i lisa) di Konstantin Bronzit (Russia 2004, DVD, 11'50'')
Cosa succede quando una volpe un po' furbetta incontra un gatto molto goloso? Ovviamente i due diventano inseparabili amici...
Una storia di toilette - Una storia d'amore (Ubornaja istorija - Ljubovnaja istorija) di Konstantin Bronzit (Russia 2006, DVD, 9'45'')
La grigia quotidianità della custode di un bagno pubblico viene sconvolta da un incontro romantico e inaspettato.
   
Ospite: Konstantin Bronzit
Conducono l'incontro: Eugenia Gaglianone (curatrice della personale) e Chiara Magri (Responsabile didattica Dipartimento Animazione del Centro Sperimentale di Cinematografia)
    

ore 22.40

EVERGREEN - CLASSICI SENZA TEMPO
L'onore - e l'onere - di salutare gli spettatori di Sottodiciotto dando loro appuntamento all'anno prossimo spetta questa volta a un classico intramontabile di cui il Festival celebra il sessantennale: L'idolo infranto di Carol Reed, tratto dal racconto The Basement Room di Graham Greene.
    
The Fallen Idol (L'idolo infranto) di Carol Reed, con Ralph Richardson, Michèle Morgan, Sonia Dresdel, Bobby Henrey (Gran Bretagna 1948, 35mm, 94')
Per il piccolo Philippe, figlio dell'ambasciatore francese a Londra, il maggiordomo Baines è una sorta di eroe, al punto che i suoi tentativi di aiutarlo a sfuggire a un'accusa di omicidio rischieranno di farlo condannare. Un classico della suspence premiato con il Leone d'Oro a Venezia che, oggi come ieri, tiene lo spettatore col fiato sospeso fino all'ultimo. Bafta per il miglior film britannico nel 1949.
v.o. / sottotitoli italiani
Stampa questa pagina (Sabato 13 dicembre).Segnala questa pagina (Sabato 13 dicembre).Segnala un errore in questa pagina (Sabato 13 dicembre).