Accesso rapido:




 

Lunedì 8 dicembre

Cinema Massimo 2

ore 15.30

EVERGREEN - GRANDI CLASSICI PER L'INFANZIA
Sottodiciotto rende omaggio ad Albert Lamorisse riportando in sala due incantevoli mediometraggi “a misura di bambino” nei quali il cineasta svela con un mix di poesia, realismo magico, fantasia e soprattutto trascinante simpatia un lato nascosto dell'infanzia.
 
Il palloncino rosso (Le Ballon rouge) di Albert Lamorisse, con Pascal Lamorisse, Georges Sellier, Sabine Lamorisse (Francia 1956, 35mm, 36')
Nella Parigi degli anni Cinquanta, un magico palloncino rosso diventa amico del piccolo Pascal, seguendolo dovunque vada e suscitando curiosità, invidia, aperta ostilità. Palma d'Oro al Festival di Cannes e Premio Louis Delluc nel 1956.
  
Crin Blanc (Crin Blanc: Le cheval sauvage) di Albert Lamorisse, con Alain Emery, François Perier, Laurent Roche (Francia 1953, 35mm, 40')
Un meraviglioso e indomabile stallone bianco, Crin Blanc, corre libero e selvaggio resistendo a tutti i tentativi di cattura di alcuni mandriani. Riuscirà Folco, un piccolo pescatore, a conquistarne la fiducia? Gran premio al Festival di Cannes e Premio Jean Vigo nel 1953.
 

ore 17

SOPRA 18 MESI (FINO A 4 ANNI): LA PICCOLA TALPA
Un classico indiscusso per l'infanzia in oltre 80 Paesi fa il suo debutto a Sottodiciotto: il Festival inaugura quest'anno, in un esperimento inedito in Italia, una sezione totalmente dedicata ai più piccini presentando un delizioso programma che permette di scoprire la “piccola talpa” e di rimanere conquistati dalla sua allegria.
 
La piccola talpa e i fiammiferi (Krtek a zápalky) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1974, 35mm, 6')
Quanti sono i possibili usi di una scatola di fiammiferi? La piccola talpa e il topo intendono scoprirlo!
La piccola talpa e la musica (Krtek a muzika) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1974, 35mm, 5'30'')
La piccola talpa e il topo trovano un originale sostituto per il disco del grammofono che si è rotto...
La piccola talpa e il tappeto (Krtek a koberec) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1975, 35mm, 6')
Dal cassonetto della spazzatura spunta fuori un tappeto volante abbandonato. Sarà ancora in grado di volare?
La piccola talpa al Carnevale (Krtek a Karneval) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1975, 35mm, 5'40'')
La piccola talpa, svegliata dal rumore dei fuochi artificiali, sale in superficie e si imbatte nei festoni colorati del Carnevale...
La piccola talpa e il bulldozer (Krtek a buldozer) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1975, 35mm, 6'10'')
La costruzione di una nuova strada minaccia il giardino della piccola talpa, ma lei ha un piano per sconfiggere il bulldozer...
La piccola talpa pittrice (Krtek malírem) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1972, DVD, 10')
La piccola talpa invita tutti i propri amici a dipingersi con colori e motivi fantasiosi per spaventare la volpe. Ci riusciranno?
La piccola talpa allo zoo (Krtek v zoo) di Zdeněk Miler (Cecoslovacchia 1969, DVD, 6'40'')
La piccola talpa esplora uno zoo in cui vivono animali che non conosce, tra cui un leone col mal di denti...
 

ore 18.15

LO SCHERMO GIOVANE
Secondo appuntamento con i film inediti in Italia che Sottodiciotto propone in esclusiva al proprio pubblico. In collaborazione con Consulta Regionale dei Giovani del Piemonte.
 
My Brother is Getting Married (Mon frère se marie, Mio fratello si sposa) di Jean-Stéphane Bron, con Jean-Luc Bideau, Aurore Clément, Cyril Troley, Quoc Dung Nguyen (Svizzera/Francia 2006, 35mm, 95')
Vent'anni dopo esser stato accolto ancora bambino in una famiglia svizzera benestante, il vietnamita Vinh, che ha vissuto il dramma dei boat-people, si appresta a sposarsi con la bella Sarah. L'arrivo dei parenti di Vinh per il lieto evento obbliga tutti a comportarsi come la famiglia perfetta che non sono più da tempo. Un'opera prima a cavallo tra fiction e documentario, premiata per la miglior sceneggiatura e il miglior attore comico al Festival International du Film Francophone di Namur 2006.
v.o. / sottotitoli italiani
 

ore 20.30

COSE DEL NOSTRO MONDO: IL CINEMA DI MICHAEL WINTERBOTTOM
In due contesti produttivi differenti - una produzione “familiare” e una coproduzione internazionale - Michael Winterbottom traspone per lo schermo due romanzi di Thomas Hardy, Jude l'oscuro e Il sindaco di Casterbridge, denunciando attraverso le contraddizioni della società inglese e statunitense dell'Ottocento quelle stesse contraddizioni di cui siamo vittime ancora oggi. E se fossero cambiati solamente gli abiti, da allora?
 
Jude (id.) di Michael Winterbottom, con Christopher Eccleston, Kate Winslet, Liam Cunningham, Rachel Griffiths (Gran Bretagna 1996, 35mm, 123')
«Jude, così come l'hanno trasposto per lo schermo lo sceneggiatore Hossein Amini e il regista Michael Winterbottom, ha avuto in America e in Inghilterra un imprevedibile successo di pubblico. E meritatamente, perché Winterbottom, al suo terzo film dimostra di saper guardare a personaggi e a situazioni di un secolo fa con la stessa capacità di metterne in luce le ragioni e i sentimenti, restando fedele a se stesso e a un modo di raccontare asciutto e forte» (Irene Bignardi, La Repubblica). Premiato al Festival di Edimburgo.
 

ore 22.35

Le bianche tracce della vita (The Claim) di Michael Winterbottom, con Peter Mullan, Milla Jovovich, Wes Bentley, Nastassja Kinski (Gran Bretagna/Canada/Francia 2000, 35mm, 120')
1867. La cittadina di Kingdom Come, in California, viene amministrata dal ricchissimo Daniel Dillon. L'arrivo in città della moglie e della figlia, che l'uomo aveva venduto vent'anni prima a un cercatore d'oro in cambio della miniera che l'ha reso ciò che è ora, lo costringe a fare i conti con il proprio passato. Nomination per la miglior regia e la miglior sceneggiatura ai British Independent Film Awards 2001.
 

Cinema Massimo 3

15.30

COSE DEL NOSTRO MONDO: IL CINEMA DI MICHAEL WINTERBOTTOM
Under the Sun (id.) di Michael Winterbottom, con Kate Hardie, Caroline Catz, Stella Maris, Arturo Venegas (Gran Bretagna 1992, Betacam SP, 76')
La diciannovenne Ellie si appresta a seguire il sole, in una vacanza in Spagna. Quando smarrisce tutto il suo denaro e la sua migliore amica se ne va con il Romeo locale, il suo viaggio si trasforma in un percorso di scoperta individuale. Scritto in collaborazione con gli attori e girato con un budget ridottissimo, torna a Torino a sedici anni dalla partecipazione al Torino Film Festival ex Cinema Giovani del 1992.
v.o. / sottotitoli italiani
 

ore 16.45

PIÙ O MENO SEDICI: ADOLESCENTI DI OGGI VISTI DAL CINEMA
Se in tv o sui giornali gli adolescenti sono spesso protagonisti di sconsolanti casi di cronaca o, al più, di curiosi fenomeni di costume, il cinema li guarda con occhi diversi. Più attenti, più partecipi. Cerca di capire: che cosa significa avere più o meno sedici anni oggi? Quali sono i sogni, le speranze, le aspirazioni, le paure, i dubbi, i problemi che “gli anni più belli” portano con sé? Che cosa vedono, che cosa fanno, a che cosa si interessano i teenager del nuovo millennio? Per rispondere a queste domande e sollevarne altre, Sottodiciotto presenta un programma speciale con cortometraggi, documentari, lungometraggi di finzione, incontri e confronti.
 
La rebelión de los pingüinos (La rivolta dei pinguini) di Simón Bergman, con Amanda Yates, Ivan Torrealba, Leslie Vidiella (Cile/Spagna/Finlandia 2007, Betacam SP, 22'45'')
Cile, 2006. Mentre gli altri studenti manifestano in piazza, Diego non fa che pensare alle ragazze... Prix des Médiathèques e Prix de la Presse al Festival di Clermont-Ferrand 2008.
v.o. / sottotitoli italiani
 
Cherries (id.) di Tom Harper, con Alfie Allen, Neil Dudgeon, Sam Spruell, Omari Carter (Gran Bretagna 2007, Betacam SP, 14'40'')
Una classe di adolescenti riceve una lezione che non potrà dimenticare. Premio della Youth Jury all'Aspen Shortfest 2008.
v.o. / sottotitoli italiani
 

ore 17.30

Tutto è possibile a cura di Ernaldo Data per Alma Teatro Associazione AlmaTerra (Italia 2008, DVD, 40')
Un gruppo di adolescenti di origine straniera racconta la propria vita quotidiana fra scuola, amici, famiglia e lavoro. Risultato finale del progetto La casa dov'è?, realizzato nell'ambito del bando Immigrati nuovi cittadini di Compagnia di San Paolo, con i contributi di Compagnia di San Paolo, Protocollo d'intesa Compagnia di San Paolo-Città di Torino in materia di immigrazione, integrazione e interculturalità e Città di Torino.
 
Presenta il film: Ernaldo Data
 

ore 18.45

A Vision of My Own a cura di Gianluca De Serio per il Dipartimento Educativo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Italia 2008, DVD, 19')
Un gruppo di giovani studenti del CTP Drovetti di Torino è stato protagonista di un percorso nello spazio espositivo della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, attraverso la visita di mostre e in laboratorio, indagando e sperimentando le tematiche dell'identità, del viaggio, della distanza e della prossimità, per arrivare alla realizzazione di tre video-ritratti: Sotto la neve, Raccontami il tuo viaggio e Il primo giorno di scuola.
 
Presenta il film: Elena Stradiotto (responsabile Progetti educativi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo)
 

ore 20.30

PIÙ O MENO SEDICI: ADOLESCENTI DI OGGI VISTI DAL CINEMA. ANTEPRIMA
In collaborazione con Lab 80 Film, Sottodiciotto presenta in anteprima Diari, notevole opera prima di Attilio Azzola che si è aggiudicata il Gran Prix Écrans Juniors al Festival di Cannes 2008.
 
Diari di Attilio Azzola, con Roisin Grieco, Amine Slimane, Antonio Sommella, Manuel Ferreira (Italia 2008, 35mm, 90')
«Dipende molto dal punto di vista e dall'atteggiamento che si adottano nei confronti degli adolescenti. Credo che i ragazzi del mio film siano più o meno gli stessi che, inseguiti da reporter in cerca di scandali, si dimostrano volgari, autodistruttivi e persino violenti. Solo che io non vado a cercarli di notte quando sono ubriachi fuori dalle discoteche. Ma al contrario li chiamo ad assumersi delle responsabilità. E ottengo moltissimo» (Attilio Azzola).
 
Saluti: Marta Levi (Assessore alle Politiche Giovanili e Pari Opportunità della Città di Torino)
Presenta il film: Attilio Azzola
 

ore 22

Dimmi qual è il colore del cielo di Marco Pozzi, con Diana Billwiller, Francesca Gallo, Francesca Piacentini, Rossana Stellato (Italia 2007, Betacam SP, 53')
Quattro adolescenti di sedici anni si raccontano e svelano il proprio rapporto con l'amore, l'affettività e il sesso. Una sorta di piccolo comizio d'amore incentrato sull'adolescenza, con l'obiettivo di conoscere, non spiare.
 
Presenta il film: Marco Pozzi
 

ore 22.50

PIÙ O MENO SEDICI: ADOLESCENTI DI OGGI VISTI DAL CINEMA. INCONTRO CON I REGISTI
Cosa significa avere più o meno sedici anni oggi? In una società in cui gli scambi interculturali e l'incontro tra tradizioni differenti rappresentano la quotidianità soprattutto per le giovani generazioni, si possono fare delle generalizzazioni? Si può interpretare in modo univoco un'esperienza tra le più cruciali nel processo di crescita degli adolescenti, oppure ognuno vive il raggiungimento del “traguardo” a modo suo, in base alla propria storia personale e alle circostanze in cui si trova a maturare? E il cinema? Dove si colloca e dove dovrebbe collocarsi?
 
Ospiti: Attilio Azzola, Ernaldo Data, Gianluca De Serio, Marco Pozzi
Conduce l'incontro: Gianni Volpi (critico e storico del cinema)
 
Stampa questa pagina (Lunedì 8 dicembre).Segnala questa pagina (Lunedì 8 dicembre).Segnala un errore in questa pagina (Lunedì 8 dicembre).