Home > Proposte per le Scuole 2016

Proposte per le Scuole

Iniziative rivolte alle scuole

Per informazioni sulla prenotazione clicca qui
PORTA LA TUA CLASSE A SOTTODICIOTTO

Mercoledì 23 novembre, ore 10.00, Cinema Due Giardini – sala nirvana

Snoopy & Friends – Il film dei Peanuts di Steve Martino (Usa 2015, 92′)

Snoopy, il bracchetto più amato nel mondo – nonché asso dell’aviazione – si imbarca nella sua più grande impresa involandosi all’inseguimento del suo arcinemico, il Barone Rosso, mentre il suo miglior amico, Charlie Brown, intraprende la sua personale epica impresa.

Introduce: Andrea Pagliardi, critico e animatore

Proiezione in collaborazione con ASIFA Italia – Associazione Italiana Film d’Animazione


Giovedì 24 novembre, ore 10.00, Cinema Fratelli Marx

Animazione russa: l’incanto delle piccole storie

Omaggio al più grande e prolifico Studio di cartoni animati russo Sojuzmultfil’m. Dietro questo nome un po’ complicato si cela un mondo magico che sin dal 1936 fa sognare piccoli e grandi. Nato e cresciuto sul modello disneyano, dalle fiabe tradizionali, nel tempo, i suoi autori hanno trovato una propria autonomia espressiva dando vita a un panorama ricco e pieno di sorprese. Tante piccole perle lasciate da grandi maestri come Ivan Ivanov Vano, Roman Kačanov, Yurij Norshtejn, Fedor Chitruk ma anche dagli animatori emergenti, dove la ricerca estetica è strettamente legata al rispetto di una dimensione fanciullesca viva anche nell’adulto. Ragni, leprotti, scimmiette impertinenti, personaggi bizzarri come il piccolo Čeburaška e bimbi particolarmente fantasiosi, con semplicità narrano emozioni, desideri, paure e lo spazio in cui agiscono. Avventure da scoprire e assolutamente da ricordare!

Un grande amico di Michail Aldašin, Marija Matusevič

(Russia, 2015, 2’12”, col. Cut out 2D computer)

Un ragnetto e un elefante, buffi e amici per la pelle!

Il piccolo guanto di Roman Kačanov (URSS, 1967, 10’, col. pupazzi)

Una bimba desidererebbe tanto un cagnolino con cui giocare ma la mamma non glielo permette. Sarà il suo piccolo guanto ad aiutarla.

Lo slittino di Olesija Ščukina (Russia, 2016, 4’15”, col. 2D computer)

Un piccolo leprotto sperimenta la gioia dello slittino sulla neve.

La coccinella di Marina Karpova (Russia, 2015, 3’05”, col. 2D computer)

La coccinella si ritrova catturata in una piccola scatola. Non si perde d’animo riuscendo così a ritrovare la libertà.

Il coccodrillo ghena e čeburaška di Roman Kačanov (URSS, 1969-1971, col. pupazzi).

Il coccodrillo Ghena è in cerca di amici. Da questo momento lui e Čeburaška saranno indivisibili.

Attenzione: arrivano le scimmiette! di Leonid Švarcman, Maija Miroškina

(URSS 1984, 9’26”, col. Disegno)

Con i loro scherzetti le scimmiette sono un pericolo per tutti ma alla fine i guai hanno sempre un esito positivo.

Timoška e l’albero di natale di Vladimir Degtjarev (URSS, 1966, 8’33”, col., pupazzi)

L’affetto tra Timoška e il suo cagnolino supererà anche il pericolo della tempesta di neve.

Introduce: Eugenia Gaglianone, esperta di cinema russo


Mercoledì 30 Novembre, ore 9.30, Cinema Massimo 1

Festa di premiazione di prodotti ITERIstituzione Torinese per una Educazione Responsabile

Proiezione di 21 cortometraggi realizzati nell’anno scolastico 2015/2016 dalle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado di Torino, nell’ambito dei percorsi didattico – laboratoriali organizzati e gestiti dal Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media di Via Modena 35 e dal Centro di Cultura per l’Immagine e il Cinema di Animazione di via Millelire 40.

Lunedì 21 novembre, 10.00, Cinema Romano 1, 3

Heidi di Alain Gsponer (Germania, Svizzera 2015, 106′)

Heidi, una bambina rimasta orfana, trascorre i giorni più felici della sua infanzia con il nonno Almöhi in una baita sulle montagne svizzere. Insieme al suo amico Peter, Heidi si occupa delle capre di Almöhi, godendosi la libertà tra le montagne. Ma questa epoca spensierata si interrompe bruscamente quando Heidi viene condotta a Francoforte da sua zia Dete. Qui conoscerà Klara, una bambina sulla sedia a rotelle con la quale stringerà una forte amicizia e imparerà a leggere e scrivere ma al tempo stesso sarà colta da una forte nostalgia per la vita in montagna e il nonno.

Introduce: Maria Costanza Trapanelli, Presidente Comitato UNICEF Torino

Proiezione in collaborazione con il Comitato UNICEF Torino


Martedì 22 novembre, ore 10.00, Cinema Eliseo grande

Home – A casa di Tim Johnson (USA 2015, 94′)

La Terra è stata conquistata dalla razza aliena Boov, gli esseri umani sono stati collocati altrove e i nuovi abitanti stanno riorganizzando il pianeta. E’ su questo sfondo che si svolgono le avventure di Tip, una ragazza molto coraggiosa e intraprendente, e di Oh, un Boov bandito dai suoi simili…

Introducono: Ilaria Minì, referente Educazione ai Diritti Umani Amnesty International – Piemonte e Valle d’Aosta, e Simone Piani, attivista Educazione ai Diritti Umani

Proiezione in collaborazione con Amnesty International – Piemonte e Valle d’Aosta

Al termine della proiezione verrà fornito a tutti gli insegnanti il materiale didattico curato da Amnesty International


Mercoledì 23 novembre, ore 10.00, Cinema Due Giardini – sala nirvana

Snoopy & Friends – Il film dei Peanuts di Steve Martino (USA 2015, 92′)

Snoopy, il bracchetto più amato nel mondo – nonché asso dell’aviazione – si imbarca nella sua più grande impresa involandosi all’inseguimento del suo arcinemico, il Barone Rosso, mentre il suo miglior amico, Charlie Brown, intraprende la sua personale epica impresa.

Introduce: Andrea Pagliardi, critico e animatore

Proiezione in collaborazione con ASIFA Italia – Associazione Italiana Film d’Animazione


Lunedì 28 novembre, ore 10,00, Cinema Eliseo grande

Una magica notte d’estate di Ángel de la Cruz, Manolo Gómez (Spagna, Portogallo 2005, 85′)

Come narra la leggenda, ogni anno, durante il solstizio d’estate, gli umani possono accedere ad un mondo magico, popolato di elfi e fate, un posto pacifico e armonioso dove i sogni diventano realtà. Elena è una giovane ragazza che non crede nelle leggende, suo padre Teseo è molto malato e per tentare di salvarlo, la ragazza intraprenderà un viaggio magico alla ricerca della regina delle fate.

Introduce: Lia Furxhi, Presidente di AIACE Nazionale

Laboratorio di lettura per 6 classi a cura di Biblioteche Civiche Torinesi


Mercoledì 30 Novembre, ore 9.30, Cinema Massimo 1

Festa di premiazione di prodotti ITERIstituzione Torinese per una Educazione Responsabile

Proiezione di 21 cortometraggi realizzati nell’anno scolastico 2015/2016 dalle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondo grado di Torino, nell’ambito dei percorsi didattico – laboratoriali organizzati e gestiti dal Centro di Cultura per la Comunicazione e i Media di Via Modena 35 e dal Centro di Cultura per l’Immagine e il Cinema di Animazione di via Millelire 40.


Mercoledì 7 dicembre, ore 10,00, Cinema Romano 2

Zootropolis di Byron Howard, Rich Moore, Jared Bush (USA 2016, 108′)

Il mondo è cambiato: non è più diviso in due fra docili prede e feroci predatori, ma armoniosamente coabitato da entrambi. Judy è una coniglietta dalle grandi ambizioni che sogna di diventare poliziotta, Nick è una volpe che vive di espedienti nella capitale, Zootropolis, dove Judy, dopo un estenuante training in accademia, approda come ausiliaria del traffico. Toccherà a loro, inaspettatamente uniti, risolvere il mistero dei 14 animali scomparsi che tutta la città sta cercando e sventare i piani di chi vuole impossessarsi del potere locale, secondo l’atavico principio divide et impera.

Introduce: Andrea Pagliardi, critico e animatore

Proiezione in collaborazione con ASIFA Italia – Associazione Italiana Film d’Animazione

Lunedì 21 novembre, 10.00, Cinema Romano 1, 3

Heidi di Alain Gsponer (Germania, Svizzera 2015, 106′)

Heidi, una bambina rimasta orfana, trascorre i giorni più felici della sua infanzia con il nonno Almöhi in una baita sulle montagne svizzere. Insieme al suo amico Peter, Heidi si occupa delle capre di Almöhi, godendosi la libertà tra le montagne. Ma questa epoca spensierata si interrompe bruscamente quando Heidi viene condotta a Francoforte da sua zia Dete. Qui conoscerà Klara, una bambina sulla sedia a rotelle con la quale stringerà una forte amicizia e imparerà a leggere e scrivere ma al tempo stesso sarà colta da una forte nostalgia per la vita in montagna e il nonno.

Introduce: Maria Costanza Trapanelli, Presidente Comitato UNICEF Torino

Proiezione in collaborazione con il Comitato UNICEF Torino


Martedì 22 novembre, ore 9.30, Cinema Eliseo rosso

Microbo & Gasolina di Michel Gondry (Francia 2015, 103′)

Microbo è un ragazzino timido, che si perde spesso nei suoi disegni. Gasolina è un ragazzo brillante e pieno di inventiva, che arriva a scuola a metà dell’anno scolastico. I due diventano subito grandi amici. Si avvicinano le vacanze estive e nessuno dei due ha voglia di passarle con la propria famiglia. Con il motore di un tosaerba e qualche asse di legno, si costruiscono la loro “automobile” e partono all’avventura sulle strade della Francia.

Introduce: Lia Furxhi, presidente di AIACE Nazionale


Lunedì 28 novembre, 9.30, Cinema Eliseo Rosso

E’ arrivata mia figlia di  Anna Muylaert (Brasile 2015, 115′)

Val lavora come cameriera a tempo pieno nella villa di una famiglia bene di San Paolo. Sono più di dieci anni che non vede la figlia Jéssica, che ha affidato ad una parente nel Nord del paese. Un giorno, però, la ragazza si presenta in città per l’esame di ammissione alla facoltà di architettura. Il suo ingresso nella casa di Donna Bárbara, del marito e del figlio, suo coetaneo, sovverte ogni regola non scritta di comportamento e mette sua madre di fronte alle domande che non si è mai posta.

Incontro: Anna Florio, psicologa orientamento sistemico-relazionale e cooperatrice internazionale in ambito psicoeducativo

Proiezione in collaborazione con Amnesty International – Piemonte e Valle d’Aosta

 Al termine della proiezione verrà fornito a tutti gli insegnanti il materiale didattico curato da Amnesty International


Venerdì 2 Dicembre, ore 9.30, Cinema Classico

La famiglia Bélier di Eric Lartigau (Francia 2014, 104′)

Paula Bélier ha sedici anni, da altrettanti è interprete e voce della sua famiglia. Perché i Bélier, agricoltori della Normandia, sono sordi. Paula, che intende e parla, è il loro ponte col mondo: il medico, il veterinario, il sindaco e i clienti che al mercato acquistano i formaggi prodotti dalla loro azienda. Paula, divisa tra lavoro e liceo, scopre a scuola di avere una voce per andare lontano. Incoraggiata dal suo professore di musica, si iscrive al concorso canoro . Indecisa sul da farsi, restare con la sua famiglia o seguire la sua vocazione, Paula cerca in segreto un compromesso impossibile.

Incontro: Mauro Martinasso, psicoterapeuta, Direttore del Centro di Psicologia Ulisse

Proiezione in collaborazione con il Centro di Psicologia Ulisse


Martedì 6 Dicembre, ore 9.30, Cinema Romano 2

Mio zio di Jacques Tatì (Francia 1958, 120’)

Gérard Arpel vive con i genitori in una imponente villa in cui domina la modernità. Egli tuttavia preferisce la compagnia dello zio materno Hulot il quale lo porta con sé nel vecchio quartiere della città in cui ha la sua abitazione. I signori Arpel cercano in tutti i modi di accasare Hulot e di trovargli un lavoro affinché metta fine al suo stile di vita che ritengono stravagante.

Introduce: Stefano Boni, critico cinematografico

Proiezione in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema

Lunedì 21 novembre, ore 9.30, Cinema Romano 2

Piuma di Roan Johnson (Italia  2016, 98′)

E’ la storia di Ferro (Luigi Fedele) e Cate (Blu Yoshimi), due ragazzi come tanti, ai giorni nostri. Una gravidanza inattesa e il mondo che inizia ad andare contromano: la famiglia (quella accogliente e “normale” del ribelle Ferro, quella sgangherata e fuori dagli schemi della più assennata Cate), la scuola (i fatidici esami di maturità), gli amici (che sì, li capiscono, ma devono partire per il viaggio organizzato dopo gli esami), il lavoro (che non c’è). Tra tentennamenti e salti nel buio, prese di responsabilità e bagni di incoscienza, i due protagonisti attraverseranno i nove mesi più emozionanti e complicati della loro vita, cercando di non perdere la loro purezza e quello sguardo poetico che li rende così speciali.


Venerdì 25 novembre, ore 9.30, Cinema Romano 2

La sposa bambina di Khadija Al-Salami (Yemen 2014, 99′)

Nojoom è una bambina yemenita costretta a sposare un uomo di dieci anni più vecchio dal quale, fuggendo, riesce a ottenere il divorzio all’età di 10 anni. Il film, basato su una storia vera, denuncia le violenze fisiche e psicologiche che alcune bambine dello Yemen sono costrette a subire, ma che possono anche cessare, come descrive questa storia.

Incontro: Ferdinanda Vigliani, Presidente del Centro Studi e Documentazione Pensiero Femminile

Proiezione in collaborazione con Amnesty International – Piemonte e Valle d’Aosta

Al termine della proiezione verrà fornito a tutti gli insegnanti il materiale didattico curato da Amnesty International


Lunedì 28 novembre, 9.30, Cinema Eliseo Rosso

E’ arrivata mia figlia di  Anna Muylaert (Brasile 2015, 115′)

Val lavora come cameriera a tempo pieno nella villa di una famiglia bene di San Paolo. Sono più di dieci anni che non vede la figlia Jéssica, che ha affidato ad una parente nel Nord del paese. Un giorno, però, la ragazza si presenta in città per l’esame di ammissione alla facoltà di architettura. Il suo ingresso nella casa di Donna Bárbara, del marito e del figlio, suo coetaneo, sovverte ogni regola non scritta di comportamento e mette sua madre di fronte alle domande che non si è mai posta.

Incontro: Anna Florio, psicologa orientamento sistemico-relazionale e cooperatrice internazionale in ambito psicoeducativo

Proiezione in collaborazione con Amnesty International – Piemonte e Valle d’Aosta

Al termine della proiezione verrà fornito a tutti gli insegnanti il materiale didattico curato da Amnesty International


Martedì 29 novembre, ore 9.30, Cinema Romano 2

ANTEPRIMA REGIONALE

Il Duce a Trieste – documentario dell’Istituto Luce (Italia 1938, 40′)

“L’ebraismo mondiale è stato, durante sedici anni, malgrado la nostra politica, un nemico irreconciliabile del Fascismo”: così Mussolini preannunciava a Trieste, in piazza dell’Unità, il 18 settembre 1938 la promulgazione delle leggi razziali (il Regio decreto – Provvedimenti per la difesa della razza italiana – è del 17 novembre 1938).

Curiosamente il documentario in possesso dell’ Archivio Luce sulla visita di Mussolini a Trieste, che appartiene ad un lungometraggio sul viaggio del Duce in Veneto, girato dal 18 al 26 settembre 1938, è privo di 18 minuti essenziali. 18 minuti in cui il Duce in piazza dell’Unità proclama che il “problema razziale” è di “scottante attualità” e che “adotteremo le soluzioni necessarie”. I 18 minuti si trovano invece nella copia positiva integrale in nitrato dell’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, recuperata negli anni Settanta da Paolo Gobetti insieme ad altro materiale documentario della Repubblica di Salò. L’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza aveva già provveduto a farne una copia di sicurezza ma solo in quest’ultimo anno è stato possibile, grazie ad un accordo con l’Istituto Luce, effettuarne un vero e proprio restauro. L’importanza del documento è eccezionale perché illumina, senza equivoci, i caratteri della politica razziale del fascismo e la mette in stretto collegamento con la Seconda Guerra Mondiale ormai alle porte.

Introducono: Paola Olivetti e Corrado Borsa dell’Archivio Nazionale Cinematografico delle Resistenza

Incontro: Bruno Maida, storico dell’Università degli Studi di Torino

Proiezione in collaborazione con Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza e Centro Studi Primo Levi

Per le prime 8 classi prenotate e che ne faranno richiesta verrà offerto un percorso didattico di avvicinamento al film a cura del Museo Diffuso della Resistenza, presso il Polo del ‘900


Mercoledì 30 novembre, ore 9.30, Cinema Classico

Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick di Ron Howard (Usa 2015, 121′)

Nell’inverno del 1820 la baleniera del New England, Essex, comandata dal capitano Polard spesso in contrasto con il primo ufficiale Chase, viene attaccata da una balena dalle dimensioni enormi. Pochi marinai si salvano e tra di loro Thomas Nickerson, che all’epoca era poco più di un bambino. Costui trent’anni dopo e con un’iniziale riluttanza accetta di raccontare l’esperienza vissuta allo scrittore Herman Melville. Sta per nascere uno dei capolavori della letteratura di tutti i tempi: Moby Dick.

Introduce: Carlo Griseri, giornalista e critico cinematografico, Presidente di CinemaItaliano.info e ideatore dell’Agenda del Cinema a Torino

Laboratorio di lettura per 6 classi a cura di Biblioteche Civiche Torinesi


Giovedì 1 dicembre, ore 9,30, Cinema Massimo 1

Convegno Come ti documento la scuola!

a cura di AIACE Torino e Sottodiciotto Film Festival & Campus

Sottodiciotto si apre quest’anno con un’intera giornata dedicata alle scuole e al nuovo progetto promosso dall’Aiace sul fare cinema come occasione per raccontare la propria scuola.

La mattinata sarà interamente rivolta agli studenti delle scuole superiori e vedrà, oltre alla proiezione dei 5 corti frutto del percorso di formazione Document-azione, la visione di filmati d’archivio delle passate edizioni del Festival, c0sì come di alcuni frammenti tratti dai grandi classici della storia del cinema.

Conduce: Domenico Chiesa, insegnante CIDI

Insieme ai docenti e critici di AIACE Torino: Cristina Colet, Eugenia Gaglianone, Michele Marangi, Manuela Michetti, Umberto Mosca

Ospiti: Ricercatori di INDIRE – Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa

DOCUMENT-AZIONE: percorso di formazione rivolto a 5 classi di scuola secondaria di II grado (III e IV anno) che faranno richiesta di partecipazione entro il 30 settembre 2016


Lunedì 5 dicembre, ore 9,30, Cinema Romano 2

Lo chiamavano Jeeg Robot di  Gabriele Mainetti (Italia 2015, 112’)

Enzo Ceccotti entra in contatto con una sostanza radioattiva. A causa di un incidente scopre di avere un forza sovraumana. Ombroso, introverso e chiuso in sé stesso, Enzo accoglie il dono dei nuovi poteri come una benedizione per la sua carriera di delinquente. Tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe del famoso cartone animato giapponese Jeeg robot d’acciaio.

© 2015 - AIACE Torino Galleria Subalpina, 30 10123 Torino - P.IVA 05218600012