Due storie di adolescenze difficili, tra droga, sesso e soldi facili

Venerdì 16 dicembre Sottodiciotto FilmFestival ha offerto, in lingua originale,
l’anteprima nazionale della seconda opera della regista danese Heidi Maria Faisst, Rebounce.

La proiezione è stata preceduta dal corto I’ll tell you, in cui la protagonsita Lola, in perenne conflitto con la madre, esalta e idealizza il ricordo di due suoi coetanei che un tempo frequentava. Il corto è caratterizzato dalla continua ripetizione della frase “I’ll tell you” (“te lo dirò”), seguita da una serie di descrizioni, prevalentemente di immagini amorose. Queste, unite alle immagini soprattutto di paesaggi naturali dai colori molto vivaci, contribuiscono a rendere il corto carico di emozioni.

Rebounce racconta una situazione simile, ma forse più drammatica. Louise è una ragazzina liceale che vive con i nonni e la cui madre è appena uscita dal carcere. Venuta a conoscenza della notizia, inizialmente la ragazzina non ha nessuna intenzione di incontrare la madre, ma poi incomincia a vederla con occhi diversi: come una donna forte e affascinante.

Louise non esita a seguire la madre per guardagnarsi le sue attenzioni e così viene travolta dal mondo dei “grandi”: droga, sesso e soldi facili. Per tutta la durata del lungometraggio nessuno sembra accorgersi che Louise è ancora una ragazzina, ad eccezione dei nonni che, pur essendo costretti a discutere con la nipote e soffrendo per questo, cercano in qualsiasi modo di salvarla da questa rovina che la porterebbe probabilmente a seguire le orme della madre.

Entrambe le pellicole trattano con grande abilità e approfondimento il rapporto spesso difficile tra madre e figlia nell’età dell’adolescenza, ambientate in una realtà particolarmente drammatica.

Elena Mastrodonato e Chiara Valz Gris

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>